La Cantoria è un’Associazione culturale a indirizzo musicale, che ha come scopo la diffusione della cultura musicale a livello nazionale, europeo e internazionale, attraverso: la promozione di concerti, rassegne e festival musicali; la pubblicazione di opere, articoli, ricerche musicologiche; la formazione di giovani musicisti e musicologi; il censimento, la catalogazione ed il restauro di beni musicali, archivistici e strumentali.
L’Associazione si dedica alla riscoperta, esecuzione e diffusione di opere del repertorio della musica antica rinascimentale e barocca. Sostiene la Cappella Musicale di Santa Maria in Campitellie l'Ensemble La Cantoria nella programmazione dei concerti.
Grazie alle Vostre donazioni inizieremo la stagione dei concerti 2019 e sosterremo la Rassegna organistica "Echi d'Organo in Cantoria", che si terrà nelle domeniche di Quaresima, nella Chiesa Santuario di Santa Maria in Portico in Campitelli, alle ore 12:00: la lettura commentata del Vangelo della Domenica, si alternerà con composizioni eseguite all'Organo Rieger-Jägerfdorf- Austria-Opus 1523, del 1907. Il restauro conservativo dell'organo monumentale della chiesa è stato realizzato con il contributo della Fondazione Irti, ad opera della Ditta Organi Pinchi di Trevi.
Nel 2017 la Famiglia Ceradini Palumbo ha donato all'Archivio OMD di Santa Maria in Campitelli il fondo musicale appartenuto alla musicista Maria Palumbo, clavicembalista scomparsa nel 2016 e due clavicembali appartenuti alla musicista in comodato d’uso per le attività dei concerti dell’associazione.
L'Associazione rinnova la collaborazione con enti e Fondazioni ,Musei, per divulgare il patrimonio artistico culturale della citta di Roma organizzando delle visite guidate e musicali all’interno di Palazzi storici e Musei. Il primo appuntamento è previsto per domenica 10 Marzo con l’inizi della rassegna Echi d’organo in Cantoria , con un concerto dedicato al musica organistica  del nord europa.
La stagione 2019 verrà inoltre dedicata alle celebrazioni del centenario Giovanni Pierluigi da Palestrina, compositore italiano 425 ° anniversario (Morte) Barbara Strozzi,compositrice e soprano italiana 400 ° anniversario (Nascita)Ildegarda di Bingen, religiosa, santa e naturalista tedesca 840 ° anniversario (Morte) in collaborazione con l'Associazione musicale di Palermo Albert Schweitzer e l’Associaizone Studio di Musica Antica Antonio il Verso di Palermo.

 

 

Echi d'Organo in Cantoria  

 

3ª Rassegna Organistica

 

_____________________________________________________________________________

 

Marzo 10 – Domenica – 1.a di Quaresima

Ilaria Centorrino  

  

Programma:

 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

Concerto in Do maggiore BWV 594 "Gross Mogul"

[Allegro], Recitativo Adagio, Allegro

Max Reger (1873-1916)

Melodia in B-flat, Op. 59 n.11

Te Deum op. 59 n.12

Johannes Brahms (1833-1897)

Chorale Preludes, Op.122 n.3 "O Welt, Ich Muss Dich Lassen"

Sigfried Karg-Elert (1877-1933)

Choral Improvvisationen fur Orgel, Op.65 “Jesu Meine Freude”

Gabriel Pierné (1863-1937)

Prelude op. 29 n.1

Maurice Duruflé (1902-1986)

Choral varié sur le Veni Creator Op.4

 

 

Ilaria Centorrino è nata a Messina nel 1998. Ha iniziato lo studio del Pianoforte al quale ha affiancato lo studio dell’organo presso il Conservatorio di Musica “A. Corelli” di Messina nel 2013. Frequenta il secondo anno del triennio di organo presso il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza con il prof. Emanuele Cardi.  

Ha svolto diversi concerti in Italia e Inghilterra e nel 2016 ha vinto: il Primo Premio al Concorso Organistico Internazionale “Tisia” di Palermo; Secondo Premio (primo non assegnato) e Premio Speciale “Franz Zanin” al V Concorso Organistico Internazionale biennale “Organi Storici del Basso Friuli”; Secondo Premio al VI Concorso Organistico Internazionale “Premio Elvira Di Renna” di Faiano e la borsa di studio del Concorso Organistico di Bibione e nel 2017.

Nel 2017 la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini le ha conferito, come riconoscimento al talento, la medaglia della camera data ai giovani musicisti vincitori italiani, negli ultimi anni, di premi internazionali.

Il 6 ottobre 2018 ha vinto il “XIII Premio delle Arti 2018” sezione organo, concorso bandito dal MIUR e riservato agli studenti dei conservatori italiani e a febbraio 2019 il terzo premio al "IX Miami international organ competition"

Nello stesso anno uscirà il suo primo CD per Urania Records, registrato all’organo Pinchi della chiesa di S. Giorgio a Ferrara, dedicato all’influenza italiana nella musica organistica nord-europea.”

 

 

_________________________________________________________________________

 

 Marzo 17 – Domenica – 2.a di Quaresima

 

ALEXANDREI GABRILISOFF

 

 

 

 

Programma: 

Richard Key Biggs

Toccata Deo Gratias

Joseph Waddell Clokey

3 Pieces 

Pioggia di primavera

 Falena notturna

Furioso

Gordon Young 

Preludio in stile antico 

Claude Debussy

 Offertorio (après Suite Angelica) trascr. Anton Phibes

Jean Guillou 

3 pezzi furtivi (in memoria di Jean Guillou) 

Alphonse Mailly 

Toccata finale 

(versione Anton Phibes)

                                                                   

Alexandrei Gabrilisoffpianista, organista e compositore; ha studiato inizialmente il pianoforte col proprio padre; in seguito ha proseguito gli studi d’organo, diplomandosi nel 1986 presso il Conservatorio V. Bellini di Palermo. Ha effettuato concerti organistici e pianistici, soprattutto in qualità di accompagnatore di cantanti di rilievo, esibendosi per associazioni musicali ed orchestre in  teatri, convegni e festival, in Italia, Francia e Germania. Ha effettuato una registrazione musicale per la Radio nazionale danese e  diverse audio e video per la Rai. Ha collaborato con il CIMS alla realizzazione del censimento degli organi palermitani, pubblicato nell’annuario musicale del CIDIM 1991. È fondatore e presidente dal 1990, dell’Associazione musicale Albert Schweitzer di Palermo, con cui ha ideato Festivals, Convegni e Conferenze sulla musica antica e moderna dal 1990 al 2016.

Ha partecipato sia in qualità di organista che di attore al cortometraggio «la cena informale» del regista Salvo Cuccia; con lo stesso registra ha interpretato se stesso nel film “Fuori rotta”. Ha partecipato al film «il ritorno di Cagliostro» dei registi Ciprì e Maresco.

Ha composto: 3 canti di morte per soprano e pf; 4 pezzi per bambini per pf; 3 pezzi alligatori per vari strumenti; Frammenti lisztiani per pf, arpa, vl ed harmonium; Liturgia delle lacrime per coro ed ensemble; Sonatina per piano; Suite “Bambini monelli” après Debussy per piano

Ha scritto i brevi romanzi: Là dove si posano le coccinelle (con cd allegato); Le ali mozzate delle libellule; Il mistero della timpa; Giuna la fanciulla che amava volare su piume di struzzo; La pace degli uccelli; Assassinio a Caltabellotta + CD;  il saggio su Franck 12 composizioni organistiche; Volteggiano gli aquiloni al vento… e infine il mare + CD; Buonanotte Maestro Claude + CD; Les Grands Jeux de un enfant perdu + CD, pubblicati dall’editore Momenti di Ribera.

 

 

____________________________________________________________________ 

 

Marzo 24 – Domenica – 3.a di Quaresima

 Stefano Rattini

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

Preludio e Fuga in si minore BWV 544

 

Stefano Rattini

Commento organistico al Vangelo

 

Marco Enrico Bossi(1861-1925)

Giga op. 73 N° 2 (trascrizione di Renzo Bossi)

  

Giuseppe Verdi(1813-1901)

 “La Vergine degli Angeli"

(dall'opera "La Forza del Destino"; trascrizione di Stefano Rattini)

  

Julien Bret(1974) 

La valse des anges

        

Attilio Bormioli (1878-1958) 

Meditazione

  

Bonaventura Somma (1893-1958) 

Toccata

 

Stefano Rattini, organista titolare della Cattedrale di Trento e docente di Teoria, Analisi e Composizione presso il Liceo Musicale e Coreutico di Trento, insegna improvvisazione organistica come docente a contratto presso i Conservatori di Como, Mantova, Bergamo e Trento, all'Istituto di Musica Sacra di Trento, al Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano e presso i corsi annuali organizzati a Cremona dall’Associazione Italiana Organisti di Chiesa. Si è diplomato con il massimo dei voti e la lode in Organo e Composizione Organistica nella classe di Giancarlo Parodi e si è laureato cum laude in “Organo Antico” sotto la guida di Federico Maria Recchia; in seguito si è perfezionato con Stefano Innocenti e Christopher Stembridge per la musica antica, con Antonio Zanon per la composizione e con Fausto Caporali, Günther Kaunzinger, William Porter, Loïc Mallié e Jürgen Essl (Haarlem, NL, Londra, Stuttgart e Smarano) per l'improvvisazione.Ha tenuto un considerevole numero di concerti in Italia e all'estero (Taiwan, Austria, Svizzera, Francia, Spagna, Germania, Polonia, Serbia), suonando per importanti Festival e Rassegne Internazionali e collaborando con direttori e solisti di chiara fama.Ha effettuato alcune registrazioni per la RAI e ha inciso per le case discografiche “La Bottega Discantica”, “Rainbow Classics”, “Pro Civitate Cristiana”, “Ginger Studio”, “Edizioni Carrara”, "Tactus",  “Bongiovanni”, "Weinberg Records-Austria".Alcune sue composizioni organistiche sono pubblicate per i tipi di Rugginenti, Carrara ed EurArte. Per la Società Filarmonica di Trento ha curato l’edizione critica della musica organistica di Attilio Bormioli.Da anni approfondisce il repertorio per ottoni e organo, quale membro dell'Ensemble En Chamade, da lui costituito; è componente stabile inoltre del Trio AriArte e dell'Ensemble "Harmonia Etherea". Suona inoltre in duo con il figlio Bruno, organista e compositore. Il suo interesse per la pubblicistica lo ha portato ad esercitare per un quinquennio la critica musicale per il quotidiano "L'Adige". Fa parte della giuria in Concorsi Organistici Nazionali.Ha ideato e conduce a Trento la "Scuola d'Ascolto della Musica Organistica”, volta a sperimentare nuove modalità nella formazione critica del pubblico.Figura tra i soci fondatori ed è presidente dell'Associazione Organistica Trentina Renato Lunelli, è membro della Commissione Organi della Diocesi di Trento e della Commissione Artistica del Festival di Musica Sacra di Trento e Bolzano.

 

 

________________________________________________________________________

 

Marzo 31 – Domenica – 4.a di Quaresima

Giorgio Piovano

Programa:

J. S. BACH (1685/1750)

Praeludium et Fuga in e BWV 548

F. MENDELSSOHN BARTHOLDY (1809/1847)

Sonata III dall'Op. 65

M. E. BOSSI (1861/1925)

Resignation  Op. 104 n. 4

L. VIERNE (1870/1937)

Adagio dalla Sinfonia n°3

C. M. WIDOR (1844/1937)

Toccata dalla Sinfonia n°4

 

Giorgio Piovano è nato nel 1991. Ha iniziato lo studio del pianoforte con il M° Alessandro Collina e nel 2006 è stato ammesso alla classe di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, dove si è diplomato nel 2014 con il massimo dei voti sotto la guida del Prof. Bartolomeo Gallizio. Ha frequentato, con lo stesso docente, presso il Conservatorio G.F. Ghedini di Cuneo, il primo anno del Biennio accademico di II livello in Organo e Composizione Organistica, concluso presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza, con il massimo dei voti, sotto la guida del Prof. Roberto Antonello. Ha svolto un periodo di formazione in Olanda presso il Conservatorium van Amsterdam sotto la guida dei docenti Pieter van Dijk, Matthias Havinga e Miklòs Spanyi. Ha vinto il secondo premio ex aequo nel I Concorso Organistico Internazionale "Tommaso Roccatagliata" del 2018. Ha frequentato masterclasses con importanti Maestri del panorama organistico internazionale: Olivier Latry, Peter Waldner, Roberto Antonello, Paolo Crivellaro, Domenico Severin, Luigi Ferdinando Tagliavini, Maurizio Croci, Pieter van Dijk, Sophie-Véronique Cauchefer-Choplin, Jean Ferrard, Bernard Foccroulle, Andrés Cea Gálan, Louis Robilliard e Michael Harris. Svolge attività concertistica in veste solistica e con formazioni corali ed orchestrali.

 

 

________________________________________________________ 

 

 

Aprile 7 – Domenica – 5.a di Quaresima

Andrea Macinanti

 

Programma:

 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)         

Preludio e Fuga in mi minore BWV 548

Largo, ma non tanto dal Concerto in re minore BWV 1043

(trascrizione di Francesco Di Lernia)

Ricercare a 6 voci dall’Offerta Musicale BWV 1079                 

(trascrizione di Carl Czerny) 

 

      Marco Enrico Bossi    (1861-1925)

 Fervoreda «Tre Momenti Francescani» op. 140 [1922]               

 

                    Franz Liszt    (1811-1886)                        

Introduzione, Fuga e Magnificat dalla Divina Commedia di Dante

 (trascrizione dell’Autore)                                        

 

 

ANDREA MACINANTI Nato a Bologna nel 1958, si è diplomato in Organo, Clavicembalo e Canto ai Conservatori di Bologna e di Parma perfezionandosi poi con Klemens Schnorr a Monaco di Baviera. Si è laureato cum laude alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna. È docente di Organo al Conservatorio «G.B. Martini» di Bologna. Tra le sue numerose registrazioni si segnalano le opere complete per organo di OTTORINO RESPIGHI e di GOFFREDO GIARDA per Tactus (casa discografica con la quale è ora impegnato nella registrazione dell'opera omnia organistica di MARCO ENRICO BOSSI) e di GUIDO ALBERTO FANO e GIOVANNI TEBALDINI per Elegia. Ha curato numerose revisioni critiche, tra le quali i Fiori Musicali di G. Frescobaldi, l'opera integrale per tastiera di A. Scarlatti e di G.B. Martini (UT ORPHEUS), un'antologia in nove volumi di musica italiana per organo, l'Opera Omnia Organistica di M.E. Bossi e uno studio sull'analisi e l'interpretazione dei Trois Chorals di César Franck (CARRARA). Dal 1994 è co-direttore editoriale della rivista «Arte Organaria e Organistica». È membro dell'Accademia Filarmonica di Bologna e dal 1988 direttore artistico della rassegna concertistica internazionale «Organi antichi, un patrimonio da ascoltare». Nel marzo del 2005 ha suonato alla Musashino-Hall di Tokyo, nell'ottobre 2006 nella Grace Cathedral di San Francisco e nel maggio 2008 ha tenuto una tournée di concerti in Russia. Nel 2009 e nel 2011 ha tenuto lezioni sulla musica italiana alla Facoltà di Musicologia di Ginevra. Alla pratica della musica unisce quella del Karate (cintura nera 4° Dan). Nel 2005 è stato insignito dal Presidente Ciampi del titolo di Cavaliere dell'Ordine «Al Merito della Repubblica Italiana».

 

_________________________________________________________________________

 

Tutte le Domeniche di Quaresima ore 12:00

Chiesa di Santa Maria in Portico in Campitelli

con riflessioni sulla Parola di Dio

a cura dei Chierici Regolari della Madre di Dio